Homepage
Sede:
Via:
Telefono:
Partita Iva:
Mail:
  Siena ( CAP 53100 )
  Dario Neri , 53
  335 7859316
  01220190522
  info@pascaleditrice.it
Benvenuto     23 Mar 2019       registrati | Login


Categoria: Libri Pascal Editrice

Libri disponibili anche in sottocategorie:

A casa di Emily (3)     La sapienza delle cose (3)     L'anima diffusa (20)     Le notti (16)    
Giorni /persone e storie (19)     Rivista - Il Chiasso Largo (13)     Celeste e rosa (3)     Popoli, chiese e castelli (4)    
Nova Humanitas (1)     Intermezzi (2)     I Colonnini (1)     La voce narrante (3)    
Banda Larga (3)     Gli Stivali del Gatto (1)    

Libri scelti da: | Titolo | Data | Classifica | Popolarità | 

Libri ordinati per: Popolarità (dal minore al maggior successo




Scegli la pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19   [ Prossima pagina >> ]
book cover
Figlie del piacere e proletariato urbano   Molto popolare

Categoria : Libri Pascal Editrice


Autore : Erminio Jacona

Prezzo : 15,00
Ordina ora prosso 365 Bookmark.it
Descrizione : L’autore ha rintracciato in più fondi archivistici conservati nell’Archivio di Stato di Siena, in particolare nel Governo di Siena, un nutrito gruppo di processi, di cui sono protagonisti in massima esponenti del proletariato urbano, tra cui anche ladruncoli e prostitute: la loro cattiva condotta, l’inclinazione per le risse, la promiscuità sessuale suscitavano infatti la costante attenzione dei birri e del bargello. Su eventuale esposto delle vittime (spesso la moglie tradita o la persona ingannata o picchiata…) e/o su segnalazione del personale di polizia, l’auditore fiscale istruiva i vari procedimenti, ascoltando vittime, imputati e testimoni, ricevendo le eventuali memorie difensive… per poi decidere la pena da applicare, talora stendendo una vera e propria sentenza, con tutti i crismi di legge e comminando nei casi più gravi il carcere o l’esilio, talora (più spesso) ricorrendo alla mera “procedura economica”, che consisteva cioè nel decidere arbitrariamente varie restrizioni della libertà personale (ad esempio che l’imputato/a non conversasse con l’amante di turno, non frequentasse un determinato locale, per lo più taverne e locande di basso livello…). Tutte queste vicende giudiziarie - rigorosamente rintracciate nelle fonti archivistiche e dettagliatamente vagliate nel loro iter giudiziario - sono rese godibili dal racconto: l’autore le ha infatti ‘teatralizzate’, caratterizzando i vari personaggi, uomini e donne, immaginando i loro sentimenti, la loro fisicità e i loro tic, a volte persino i loro abiti secondo la classe sociale di appartenenza e la moda del tempo, fino a imbastire – da abile ‘commediografo’ - i possibili colloqui che comunque, se non veri, sono senz’altro verosimili, in quanto attinenti alle indicazioni tratte dai documenti stessi o impliciti nello svolgimento dei fatti, secondo il narrato di imputati, vittime, testimoni e personale di polizia. Nel libro comunque le due parti – quella documentaria e quella narrativa - sono riconoscibili tipograficamente: quanto è tratto dalle fonti documentarie è evidenziato dall’uso del carattere corsivo, mentre tutto ciò che è riferibile alle intuizioni o alla fantasia dell’autore è in carattere tondo. Si adempie così sia agli interessi di rigore scientifico dell’archivista/storico, sia a quelli letterari/scenici dell’uomo di teatro..

ISBN:978-88-7626-078-1

Pagine 230

Dimensioni:17x24


Questo libro è stato aggiunto : Feb 01, 2010
Punti: 585
Rapporto su collegamenti a libri difettosi
book cover
Lasciateci vivere la nostra primavera - E altre favole teatrali   Molto popolare

Categoria : Libri Pascal Editrice


Autore : Maria De Masi

Prezzo : 10,00
Ordina ora prosso 365 Bookmark.it
Descrizione : In “Lasciateci vivere la nostra primavera” e nelle altre favole teatrali raccolte in questo volume, Maria De Masi, pur guardando il mondo con gli occhi incantati del “fanciullino” di pascoliana memoria, svolge la sua funzione educativa svelando, con l’arma della presa in giro e dell’arguzia, presunzioni, ipocrisie, egoismi, miopie delle quali troppo spesso è intessuta la società degli adulti. Quella della nostra autrice è una satira benevola, intendiamoci, ma non per questo meno efficace e costruttiva, anzi è proprio la soavità con la quale lei ce la porge a renderla più penetrante. Questo di Maria De Masi è un “mondo salvato dai bambini”, cioè un mondo che ha bisogno di innocenza, bontà, sincerità, ed è la forza e la dolcezza di questi valori a riempire di poesia le sue fiabe edificanti.

ISBN:978-88-7626-092-7

Pagine 103

Dimensioni:14,5x21


Questo libro è stato aggiunto : Ago 17, 2010
Punti: 588
Rapporto su collegamenti a libri difettosi
book cover
Un sonetto al giorno   Molto popolare

Categoria : Libri Pascal Editrice / L'anima diffusa


Autore : Laboratorio del sonetto

Prezzo : 15,00
Ordina ora prosso 365 Bookmark.it
Descrizione : … il vernacolo senese non è solo la lingua dei nostri nonni, ma anche quella che, con le inevitabili trasformazioni storiche, parliamo tutti i giorni, quando facciamo la spesa, o il pieno a un distributore, per salutare un amico, o per dire due paroline all’amata. Così anche la visione di Siena non è quella incantata, oleografica e senza tempo di una città irreale sospesa in un eterno medioevo, che ricorda una gloria passata e ormai irripetibile. La nostra Siena è anche la Siena di tutti i giorni e i poeti del Laboratorio del sonetto non si limitano a tratteggiare l’incanto di un panorama o i ricordi di Contrada, ma parlano anche delle cose quotidiane: il traffico, la nettezza urbana, il distributore dell’acqua… i fatti della cronaca più spicciola diventano così pretesto per fare poesia e per fare due risate sulla realtà di tutti i giorni, magari attraverso una garbata ironia.

ISBN:978-88-7626-086-5

Pagine 130

Dimensioni:17x21


Questo libro è stato aggiunto : Dic 20, 2010
Punti: 590
Rapporto su collegamenti a libri difettosi
book cover
Siena nel primo Rinascimento, dal dominio milanese a papa Pio II   Molto popolare

Categoria : Libri Pascal Editrice


Autore : Mario Ascheri

Prezzo : 10,00
Ordina ora prosso 365 Bookmark.it
Descrizione : A Siena, dipinta come la “città gotica”, tradizionalmente il Rinascimento è stato ritenuto un fenomeno minore, marginale – che si comparasse o meno con i fasti fiorentini coevi. In particolare, come epoca di decadenza in assoluto, di crisi, demografica e politica, economica e sociale, è stato per tanto tempo ritenuta la prima metà del Quattrocento. Questo libro riassume in modo non erudito, per tutti i lettori, i motivi per cui è necessaria la sua rivalutazione.

ISBN:978-88-7626-095-1

Pagine 100

Dimensioni:15x21


Questo libro è stato aggiunto : Mar 25, 2010
Punti: 591
Rapporto su collegamenti a libri difettosi
book cover
Storie di donne e di - Siena raccontata attraverso il teatro di Contrada   Molto popolare

Categoria : Libri Pascal Editrice


Autore : Alda Pianigiani Garosi

Prezzo : 15,00
Ordina ora prosso 365 Bookmark.it
Descrizione : Alda Pianigiani ha rappresentato una parte importante e originalissima della ricca tradizione del teatro popolare senese e della stessa storia della nostra città. Leggendo le commedie raccolte in questo libro, ci immergiamo nello spirito senese più puro, che qui è ritratto con affettuosa ironia. Questa lettura ci permette di ripercorrere e comprendere alcuni fra i periodi più difficili e dunque importanti della storia della città durante lo scorso secolo. Grazie a questo estremo dono, vero atto d’amore tributato alla sua città, Alda continua e continuerà a vivere insieme a noi sulle ali della poesia.

ISBN:978-88-7626-108-4

Pagine 360

Dimensioni:17x24


Questo libro è stato aggiunto : Nov 17, 2011
Punti: 592
Rapporto su collegamenti a libri difettosi
book cover
Il Chiasso Largo - Numero 8   Molto popolare

Categoria : Libri Pascal Editrice / Rivista - Il Chiasso Largo


Autore : Pascal Editrice

Prezzo : 5,00
Ordina ora prosso 365 Bookmark.it
Descrizione : Fenomenologia della morte di Mike Bongiorno Quando questo numero della nostra rivista andrà in distribuzione si sarà, da poco, spento l’eco della morte di Mike Bongiorno. Abbiamo deciso di scimmiottare il titolo del breve saggio, critico e dissacrante, che un altro Eco, Umberto, gli dedicò negli anni ‘60 (appunto “Fenomenologia di Mike Bongiorno”) per muovere qualche riflessione sul fenomeno di massa che è stato rappresentato dallo spontaneo “lutto nazionale” che ha accompagnato la morte di questo popolarissimo uomo di televisione. Se ne è parlato, quasi commossi, in ogni bar, ufficio o parrucchiere; ne erano pieni giornali, radio e tv; migliaia di persone si sono recate a rendere onore alla sua salma; decine di migliaia si sono recate ai funerali, di Stato, che gli sono stati celebrati. Anche chi non lo amava ha scoperto di non amarlo un po’ meno di quanto pensasse e, comunque, ci ha “pensato”. Mike è uscito per sempre dalle cronache, è entrato nella Storia; ma in realtà ne era già parte. Tutto questo a noi italiani, specie a quelli sulla cinquantina e oltre, può sembrare normale, perché eravamo assuefatti a convivere con questo nostro “domestico” mito; pare abbia suscitato qualche stupore all’estero, e la cosa si spiega: siamo abituati ad assistere a tali fenomeni di universale e partecipe cordoglio di fronte alla morte delle grandi rock star (vedi il caso recente di Michael Jakson), dei grandi attori, dei grandi campioni dello sport: in questo caso si trattava di un presentatore specializzato in telequiz, la cosa non ha precedenti. Un presentatore di telequiz non trascina, non infiamma, non scatena. Bongiorno meno che mai, sempre tranquillo, tendenzialmente imbranato, quasi sgrammaticato e gaffeur. Eppure… Nei giorni scorsi sono stati versati fiumi d’inchiostro sul ruolo “storico” di Mike. Qualcuno ha detto che egli avrebbe unificato l’Italia per mezzo della televisione. In parte è vero, ma non del tutto. Assolsero a tale ruolo più o non meno di lui altri benemeriti del tubo catodico: il maestro Manzi, Mario Riva, Niccolò Carosio… È stato scritto che egli abbia, di fatto, “inventato” la televisione italiana. Anche qui crediamo che il merito vada equamente distribuito tra più soggetti, non dimenticando, ad esempio, i grandi sceneggiati popolari degli anni ‘50 e ‘60 di Bolchi, Majano e altri ancora. Forse la specificità di Bongiorno risiede altrove: la sua lunghissima carriera, questa sì senza uguali, gli ha permesso di testimoniare e, in qualche modo, documentare e forse rappresentare cinquant’anni di storia della società italiana così come è possibile leggerla attraverso la televisione; punto di osservazione formidabile e, allo stesso tempo, motore non secondario delle trasformazioni che in quella società sono intervenute. Il passaggio dall’Italia agricola del dopo guerra a quella industriale del boom; l’Italia consumista degli anni sessanta che esauriva la spinta innovativa del dopoguerra ed entrava nella “cultura di massa”; poi l’affermazione della tv commerciale sul finire degli anni ‘70, preludio alla dittatura dell’auditel che ne ha svilito il livello culturale; fino alla tv globalizzata dei format che impera attualmente. Di tutti questi passaggi Bongiorno è stato il “decoder” vivente, traduttore, testimonial, divulgatore, sdoganatore, comunque simbolo. Lui era quello che c’era stato, c’era e ci sarebbe stato: sempre, qui il suo essenziale merito, con ottima professionalità e quella sobrietà oggi divenuta merce tanto rara. Per questo la sua assenza improvvisa - per quanto evento razionalmente contemplabile data la sua età - ci coglie impreparati, interdetti, apre obiettivamente un vuoto. Questo è preoccupante: in una società culturalmente evoluta quale dovrebbe essere la nostra, in un’industria televisiva ricca, anche se sempre meno pluralista com’è quella italiana, la scomparsa di un presentatore ottantacinquenne dovrebbe essere, al di là del fatto umano, un accadimento indolore. Non è così. L’offerta, culturale e non, è talmente mortificante che ci toccherà rimpiangere questo mite e onesto artigiano del video. Con buona pace del professor Eco, ben altre fenomenologie, grevi e sinistramente banali, imperano oggi. E c’è poco da stare in “allegria”. Ahi, ahi, ahi, siora…
Questo libro è stato aggiunto : Lug 22, 2010
Punti: 593
Rapporto su collegamenti a libri difettosi
book cover
Gesù inesplorato; conoscere e capire Gesù   Molto popolare

Categoria : Libri Pascal Editrice


Autore : Matteo Musumeci

Prezzo : 20,00
Ordina ora prosso 365 Bookmark.it
Descrizione : L’intento che il professor Matteo Musumeci, componendo questa sua profonda esplorazione del Cristo, si è prefisso è quello di mostrare Gesù di Nazareth così come egli ha imparato a conoscere lungo decine d’anni di studio, approfondimenti, indagini, riflessioni e meditazioni; osservando da vicino ogni suo atteggiamento, gesto e parola, dimostrando come sia stata divina e unica la sua figura in terra. L’Autore rappresenta Gesù Cristo per quello che Egli fu e apparve realmente in tutta la sua vita, in base alle testimonianze, ai documenti e alla grande mole di studi in nostro possesso. Dalla lunga trattazione emerge con chiarezza come il Musumeci ami profondamente il Cristo; ma non il Cristo Gesù “cristiano” o “cattolico”, ma il Gesù di Nazareth in quanto Dio: Dio di tutti gli uomini e di tutte le religioni.

ISBN:978-88-7626-104-6

Pagine 358

Dimensioni:17x24


Questo libro è stato aggiunto : Lug 05, 2011
Punti: 593
Rapporto su collegamenti a libri difettosi


Scegli la pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19   [ Prossima pagina >> ]

Designed By Holy

Un altro progetto MAX s.o.s.